• Home
  • /
  • News
  • /
  • Lasciati andare: la commedia con Toni Servillo ambientata al Ghetto

Lasciati andare: la commedia con Toni Servillo ambientata al Ghetto

Lasciati andare

District: Lazio
Province: Roma (RM)
Locations:
Date: 2017-04-13

Lasciati andare: la commedia con Toni Servillo ambientata al Ghetto

Lasciati andare

Da oggi al cinema l’atteso film Lasciati andare, la commedia di Francesco Amato con Toni Servillo.

L’attesa sembra essere stata ben ripagata. Lasciati andare è davvero un bel film. Un film che fa ridere “con classe”.

Scrive il regista, che “Lasciati andare nasce ….. dal desiderio di realizzare un film brillante sullo scontro mente/corpo”.

In questo senso è una commedia italiana ma non provinciale. Del resto è lo stesso regista a dichiarare i suoi riferimenti “I film di Billie Wilder e Woody Allen e i brani di Duke Ellington ci hanno ispirato. Ma a mostrarci la via sono stati gli scritti, l’autobiografia e le lettere, di Groucho Marx, maestro nel non prendersi mai troppo sul serio”.

È la prima volta che Sorvillo si misura al cinema con il genere della commedia, che ha già sperimentato invece al teatro.

Servillo interpreta uno psicanalista ebreo, Elia Venezia. Dice Sorvillo “Francesco Amato e Francesco Bruni alla sceneggiatura mi hanno ritagliato il ruolo su misura con certe caratteristiche di pedanteria, ossessività, noiosità in cui mi trovo piuttosto bene ….. Elia è un gattone romano arruffato che ascolta annoiandosi i problemi dei suoi pazienti senza risolverli”.

E aggiunge “Sono contento di aver fatto questo film …… In tempi così tristi ……. due ore al cinema che non ti distolgono dalla realtà ma ti distendono, sono un momento di civiltà” (La Repubblica).

Sinossi

Lasciati andare

Un bravo psicanalista deve rimanere impermeabile alle emozioni che gli scaricano addosso i suoi pazienti. Ma nel caso di Elia, l’analista ebreo interpretato da Toni Servillo, con gli anni la lucidità è diventata indifferenza e il distacco noia. Ieratico e severo, con un senso dell’umorismo arguto e impietoso, Elia tiene tutti a distanza di sicurezza. Persino la sua ex moglie Giovanna (Carla Signoris). Che vive nell’appartamento di fronte e con cui continua a condividere il bucato e qualche serata al teatro dell’Opera. Un’esistenza avara d’emozioni, che Elia sublima mangiando dolci di nascosto e in gran quantità. Un giorno irrompe una novità: ha un lieve malore, è costretto a mettersi a dieta e a iscriversi in palestra. Ed è così che nella sua vita entra Claudia (Veronica Echegui, già apprezzata nella serie internazionale Fortitude). Claudia è una personal trainer buffa ed eccentrica, con il culto del corpo. Non nutre nessun timore reverenziale per i cervelloni fuori forma come lui. Insieme ha un’innata capacità di trascinare nei suoi casini chiunque le capiti a tiro.

Il regista

Lasciati andare

Regista, documentarista e sceneggiatore, Francesco Amato è al terzo lungometraggio dopo Ma che ci faccio qui!  (2006) e Cosimo e Nicole (2011) con cui vince “Prospettive Italia” al Festival del Film di Roma 2012, e altri riconoscimenti in Italia e all'estero.

“Sempre restando nei canoni della commedia, ho cercato di creare psicologie complesse, perché credo sia quello che merita oggi il pubblico dei nostri film: verità nel racconto di un mondo sempre più nevrotico e disarmonico.

Proprio da questa complessità e dall’inadeguatezza dei personaggi ai contesti in cui si infilano nascono gli spunti più comici.

Agli attori ho chiesto di giocare coi personaggi, di far emergere quegli aspetti che più ci fanno sorridere o imbarazzare, in poche parole li ho incoraggiati a … lasciarsi andare.  E il loro contributo è stato determinante per far emergere i sentimenti che, con Francesco Bruni e Davide Lantieri, avevamo disegnato in sceneggiatura. Ciascun attore è riuscito, infatti, con grande abilità a trovare per il proprio personaggio il giusto equilibrio tra partecipazione emotiva e distacco, cosa che gli ha permesso di entrare nel film con qualcosa di personale, ma di viverlo senza affanno”.

Cast

Lasciati andare

I principali interpreti, insieme con Toni Servillo, sono Verónica Echegui, Carla Signoris e Luca Marinelli. Con loro: Pietro Sermonti, Carlo De Ruggieri, Valentina Carnelutti, Giulio Beranek, Vincenzo Nemolato, Odette Adado, Antonio Petrocelli, Glen Blackhall, Paolo Graziosi e Giacomo Poretti.        

Credits

Soggetto e Sceneggiatura: Francesco Bruni, Davide Lantieri, Francesco Amato.

Aiuto Regia: Arianna Dell’Arti. Direttore Di Produzione: Federico Santangelo.                   

Casting Director: Chiara Natalucci (U.I.C.D.). Suono: Gianluca Costamagna.

Costumi: Mariano Tufano. Scenografia: Emita Frigato. Fotografia: Vladan Radovic (A.I.C.).

Montaggio: Luigi Mearelli. Musiche: Andrea Farri. Organizzatore Generale: Francesco Tatò. 

Delegato Di Produzione: Serena Sostegni. Produttore Esecutivo: Antonella Iovino.

Produttore Delegato: Francesca Longardi. Produttori: Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz.

Prodotto da Cattleya con Rai Cinema. Distribuito da 01 Distribution.

Location

Il film è ambientato a Roma nel Quartiere ebraico del Ghetto.

Trailer

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *