• Home
  • /
  • News
  • /
  • Classe Z: un film sulla scuola con gli occhi dei ragazzi

Classe Z: un film sulla scuola con gli occhi dei ragazzi

Classe Z

District: Lazio
Province: Roma (RM)
Locations:
Date: 2017-04-05

Classe Z: un film sulla scuola con gli occhi dei ragazzi

Classe Z

È nelle sale dal 30 marzo il nuovo film di Guido Chiesa Classe Z. Una produzione Colorado Film in collaborazione con Medusa Film distribuita da Medusa Distribuzione.

Un film sulla scuola, e ce ne sono sicuramente tanti, ma sicuramente originale. Che parla dichiaratamente il linguaggio dei ragazzi, cerca di porsi dal loro punto di vista.

Non a caso il film è stato realizzato in collaborazione con il portale web ScuolaZoo, che da una decina di anni dialoga con centinaia di migliaia di studenti. Ciò ha permesso di avere un osservatorio privilegiato sui temi, le problematiche, le criticità che più stanno a cuore agli studenti italiani.

Scrive il regista in una lettera pubblicata su La Stampa del 26 marzo scorso: “Il mio non vuole essere un film giovanilista, tanto meno sociologico o moralista. Racconta una storia inventata, ma plausibile, e cerca di farlo «ad altezza ragazzi», a partire dal linguaggio «contaminato» che utilizza. Bisogna superare gli stereotipi sui giovani, e puntare prima di tutto alla credibilità dei sentimenti dei ragazzi”.

E ancora “È la nuova sfida del cinema italiano: cercare di farsi ascoltare da ragazzi che vedono con sacrosanta diffidenza un mondo degli adulti che troppo spesso li giudica e li categorizza, senza veramente guardarli in faccia. Alla fine della storia del mio nuovo film «Classe Z» ognuno impara e tutti crescono. Un processo che il nostro cinema è chiamato oggi a percorrere (anche facendo ridere, perché no?) se non vuole perdere per strada generazioni di ragazzi che sempre meno lo frequentano”. 

Sinossi

Classe Z

È il primo giorno dell’anno della maturità per un gruppo di studenti di un liceo scientifico. A scuola una novità: alcuni studenti sono stati spostati dalle rispettive classi nella neonata sezione H, creata ex novo per loro. Pare a causa del sovraffollamento delle classi.

Lo spostamento non turba più di tanto i ragazzi. Sono infatti elementi altamente individualisti e notoriamente problematici. C’è Ricky che è sveglio, ma casinista e se la cava copiando. C’è Stella che va avanti a calci nel sedere. C’è Viola che è in gamba, ma litiga con tutti, prof inclusi…

Per i ragazzi, la vita nella nuova sezione è una pacchia. I loro professori, tutti giovani, non ci provano nemmeno a farli studiare e così gli studenti hanno tutto il tempo per dedicarsi ai loro interessi extra-scolastici: video, fashion, scherzi, ecc.

L’unico professore apparentemente intenzionato a cavare qualcosa di buono da questo gruppo di “sfigati” è il giovane supplente d’italiano, Marco Andreoli (Andrea Pisani), ossessionato dalla figura del professor Keating di L’attimo fuggente. Ma anche lui deve scontrarsi con il disinteresse e la facinorosità degli studenti, i quali lo bersagliano di scherzi e lo deridono per il suo idealismo.

Classe Z

A metà anno, Andreoli, dopo l’ennesimo scherzo ai suoi danni, svela ai ragazzi che la storia del sovraffollamento è una bugia. La verità è che il Preside (Alessandro Preziosi) ha deciso di fare un esperimento al fine di capire se, togliendo i nostri dalle rispettive classi, il rendimento degli altri studenti sarebbe migliorato. Mettendoli in una classe “ghetto”, li poteva tenere sotto controllo.

I ragazzi all’inizio non danno peso alle sue parole, ma poco per volta si rendono conto che ha detto la verità: tutti li considerano dei vuoti a perdere, e neanche i trucchetti per copiare, con cui se la sono cavata negli anni precedenti, riescono a fargli prendere la sufficienza. Non resta che studiare! Il problema è che, individualisti come sono, non riescono a darsi una mano e ormai mancano poco più di 100 giorni all’esame… Unica soluzione è farsi aiutare. Ma da chi? L’unico che ha avuto a cuore la loro sorte, il prof. Andreoli. Avranno a che fare con un cattivissimo commissario d’esame (Antonio Catania). Riusciranno a guadagnarsi la maturità?

Cast

Classe Z

Andrea Pisani, Greta Menchi, Enrico Oetiker, Alice Pagani, Luca Filippi, Armando Quaranta, Francesco Russo, David Zheng, Johnny Zheng, Il Pancio, Roberto Lipari e con Antonio Catania e Alessandro Preziosi

Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *